DoctiCare.it

Portale con contenuti dedicati alla salute e al benessere psico-fisico

Pressione alta: cibi da evitare

pressione alta cibi da evitare o mangiare con moderazione

Scopriamo quali sono le cose da mangiare assolutamente evitate in caso di pressione alta e quali gli alimenti che possono essere assunti seppur con moderazione

L’ipertensione arteriosa, più comunemente conosciuta come pressione alta è tra le cause principali malattie cardiovascolari con tassi di mortalità molto elevati. Purtroppo, almeno il 50% degli italiani ipertesi non sa nemmeno di esserlo e solo una piccola percentuale dei restanti raggiunge una pressione adeguata con la terapia.

L’alimentazione gioca un ruolo fondamentale in questo caso e proprio per questo ora scoprire come prevenire e gestire la pressione alta a tavola quotidianamente. Ecco alcuni preziosi consigli su cosa assumere con moderazione e quali cibi evitare di mangiare assolutamente.

Tra gli alimenti da mangiare con moderazione vi è il sale, ingrediente costantemente presente delle cucine di tutto il mondo. Un suo consumo eccessivo comporta un elevato apporto di sodio che tende a favorire l’instaurarsi dell’ipertensione arteriosa. L’ideale sarebbe non superare i 5 gr di sale al giorno (circa un cucchiaino raso) ed insaporire i piatti utilizzando spezie aromatiche, aceto o succo di limone. Il caffè è un’altra sostanza che andrebbe assunta senza esagerare. Questo per le sue proprietà vasocostrittrici.

Se dovessimo fare un elenco, invece, di cosa evitare totalmente con la pressione alta al primo posto troviamo senza ombra di dubbio la liquirizia. Essa nei soggetti predisposti tende a provocare ritenzione idrica con conseguente aumento della pressione.

In seconda posizione troviamo i salumi e tutti i tipi di carni lavorate che, oltre a contenere alti livelli di sale, sono anche ricchi di grassi. Lo stesso vale per i cibi in scatola che, in, aggiunta, possono contenere anche grassi conservanti e zuccheri, entrambi fattori che a lungo andare possono interferire negativamente sul nostro organismo.